NECESSITÀ LUNATICA

Marco Carta

Letra de la canción

Non eri tu che promettevi, istanti da copione
qualcosa di diverso dalla noia
Non eri tu che mi illudevi, coi tuoi modi appariscenti
ballando tacchi a spillo tra la pioggia

E ti ho incontrata all'improvviso,
la tua macchina non parte
'Mi scusi può venire ad aiutarmi'
Tu mi hai baciato dopo un attimo
come se non fosse niente
come prendere un caffè mentre io muoio ma
mi fingo indifferente

Sei la canzone che non so cantare
Quella ferita che non so guarire
La cioccolata che mi fa godere
o forse l'uva a cui non so arrivare
Sei l'abitudine che non voglio avere
visto il dolore che mi fai provare
delle mie vite tu sei la peggiore
proprio per questo sei fondamentale...

Necessità lunatica...

Non ero io che interrompevo, il senso delle cose
la prepotenza perde di coerenza
Non ero io che cancellavo una vita scritta a mano
giocando tra due gocce di profumo

E mi hai incontrato all'improvviso,
come ne hai incontrati tanti
attori non protagonisti dei tuoi film
ma mi hai baciato dopo un attimo,
come se non fosse niente
come prendere un caffè mentre io muoio ma
mi fingo indifferente

Sei la canzone che non so cantare
Quella ferita che non so guarire
La cioccolata che mi fa godere
o forse l'uva a cui non so arrivare
Sei l'abitudine che non voglio avere
visto il dolore che mi fai provare
delle mie vite tu sei la peggiore
proprio per questo sei fondamentale...

Necessità lunatica...

Necessità ...
Necessità ...

Sei la canzone che non so cantare
Quella ferita che non so guarire
La cioccolata che mi fa godere
o forse l'uva a cui non so arrivare
Sei l'abitudine che non voglio avere
visto il dolore che mi fai provare
delle mie vite tu sei la peggiore
proprio per questo sei fondamentale
fuente: musica.com

Letra añadida por: lugi concarta

Marco Carta

Compartir 'Necessità Lunatica'

compartir en facebook
compartir en google plus
compartir en twitter
Enviar letra a un mail
Imprimir letra
ir a arriba