Giorgia

Come acrobati - Letra

Giorgia

Añadir a Favoritas

LETRA 'COME ACROBATI'

Mille luci sotto ai piedi che si incrociano,
affronto il tempo e non mi basta una vita sola,
e le righe dentro agli occhi si colorano,
li confondo tra le cellule di bene ancora.

Sarò sole e vento tra la gente che si sente sola.

Pulisco il fango e le parole che mi macchiano,
e come un grido al cielo che si prende la mia ira,
e metto corpo e faccia nelle idee che segnano,
tradimenti e amori scritti sulla stessa pietra.

Come farai se per amarsi e odiarsi basta un’ora.
Sarò sole e vento tra la gente che si sente sola.

E l’estate arriverà,
per te.
Il sole scalda l’anima,
lo senti.
Prendo i baci che sanno di te,
la vivo come l’ultima su un filo come acrobati,
come acrobati,
come acrobati.

Prendo ossigeno, un respiro, il tempo è un pugno,
nello stomaco si sente quando manca l’aria,
un viaggio intorno al mondo e le città che tremano,
senza gravità è l’istinto che mi tiene ancora.

Come farai se per amarsi e odiarsi basta un’ora.
Sarò sole e vento tra la gente che si sente sola.

E l’estate arriverà,
per te.
Il sole scalda l’anima,
lo senti.
Prendo i baci che sanno di te,
la vivo come l’ultima su un filo come acrobati,
come acrobati,
come acrobati.

E l’estate arriverà,
per te.
La vivo come l’ultima occasione per amarmi,
per amarmi,
come acrobati,
come acrobati,
come acrobati.